Bologna-Berlino: due città a confronto

bologna-2014473_1920

Cosa hanno in comune Bologna e Berlino e cosa le rende diverse? Più di 900 km in linea d’aria separano le due città, ma in realtà sono più vicine l’una all’altra di quanto si pensi.

Berlino e Bologna condividono molto più della lettera maiuscola B del loro nome. La capitale della Germania e la capitale dell’Emilia-Romagna nel nord Italia sono entrambe città estremamente attraenti e vivaci. Milioni di turisti le visitano ogni anno. Studenti di tutto il mondo si registrano nelle loro università. Entrambi hanno un importante aeroporto internazionale e sono un importante nodo di trasporto nel loro paese. Abbiamo visitato Bologna e Berlino e scoperto molti parallelismi, anche se non sempre positivi.

Il castello

Foto1-BolognaPinacoteca©MicheleCarloniUna storia emozionante ha contraddistinto entrambe le città. Monumenti storici e palazzi maestosi caratterizzano i loro centri storici. Un passato rappresentato dai loro castelli situati nel centro della città: il Berliner Schloss e il Palazzo Re Enzo. E entrambi gli edifici si affacciano sulla chiesa principale della città. Dalle finestre di Palazzo Re Enzo è possibile vedere la Basilica di San Petronio, dal Castello di Berlino, la Cattedrale di Berlino.

Gli imperatori tedeschi del Medioevo hanno avuto spesso a che fare con Bologna. Nelle vicinanze della città Federico I Barbarossa incontrò gli avvocati della famosa Università di Bologna nel 1155. L’imperatore era particolarmente interessato agli studenti e alle loro condizioni di vita. Promulgò nuove leggi per migliorare il loro soggiorno in città. E qui a Bologna morì, nel palazzo che ne porta il nome, Enzo, l’illustre prigioniero figlio dell’imperatore Federico II.

Le torri

Nel centro di Berlino si erge la costruzione più nota della città: la Torre della televisione di Berlino (Fernsehturm). Fu completata nel 1969 e ancora oggi impressiona con il suo stile futuristico e i suoi 368 metri d’altezza.

Nel centro di Bologna s’innalzano due antiche torri medioevali, le famose Due Torri. Simbolo di potere, ricchezza e prestigio in un’epoca in cui la guerra anche all’interno  della città era una condizione permanente.

La torre degli Asinelli, la più grande delle due torri, è la meglio conservata di tutte le torri cittadine superstiti. E se la Fernsehturm di Berlino sembra trasportare i visitatori sul set di un film di fantascienza, al contrario le torri bolognesi fanno rivivere ai pedoni l’atmosfera del medioevo.

Il divertimento

Pub, ristoranti, caffè, mercatini, centri commerciali e birrerie dominano le strade di Berlino. L’opportunità di divertirsi e godersi la vita non manca nella capitale. Per inciso, questo vale anche per Bologna, il cui centro è diventato una serie ininterrotta di locande, ristoranti, bar e negozi.

Anche a Bologna, come a Berlino, vengono offerti tour della città in autobus con un piano superiore aperto. Particolarmente apprezzato è il tour gastronomico, dove i visitatori possono gustare, lungo tappe diverse del centro storico, le prelibatezze locali.

I tour gastronomici sono popolari anche a Berlino e vengono organizzati in quasi tutti i quartieri. Sono inoltre possibili gite gastronomiche in bicicletta, dove i partecipanti godono di maggiore mobilità, visitando luoghi d’interesse, scoprendo e gustando la cucina locale.

L’Università e gli studenti

Bologna University

Bologna: Studenti all´Università
Foto © Michele Carloni

Berlino e Bologna hanno entrambe università antiche e prestigiose che attirano molti studenti.

Per quegli studenti il cui obiettivo sia far baldoria più che studiare, Bologna è certamente il posto giusto. La città  è diventata una  specie di paese dei balocchi e questo suscita anche molte critiche. La qualità della vita di molti residenti si è gravemente deteriorata. La presenza massiccia di studenti in città ha contribuito a trasformare quelli che prima erano quartieri tranquilli ed eleganti in un palcoscenico rumoroso e sporco per festaioli.

Molte taverne e caffè offrono menu speciali con prezzi scontati per le feste di laurea che si protraggono fino a tarda notte. La possibilità di dormire tranquillamente è diventata un ricordo in alcune parti della città.

Berlino sta diventando di anno in anno sempre più la città dello “sballo”. Ci si viene per andare oltre misura. Che siano visitatori, turisti o studenti, che siano vecchi o giovani, sempre più persone a Berlino cercano solo la trasgressione nella vita notturna.

I graffiti

Che interi quartieri di Berlino siano ricoperti di graffiti è risaputo. E non è una novità che molti di questi graffiti siano l’espressione senza fantasia di autori privi di talento. Siamo ormai abituati a vedere un simile scempio nelle grandi città moderne. Negli ultimi anni sembra che anche le città più piccole e più antiche facciano a gara con le grandi metropoli moderne per non restare indietro coi graffiti.

Oggi anche Bologna presenta “con orgoglio” la sua quota di scarabocchi murali banali e offensivi. Antichi monumenti storici, strade e chiese sono completamente imbrattati.

In effetti, Bologna non ha nulla da invidiare a Berlino in tema graffiti.

Il traffico aereo e ferroviario

Bologna Vogelperspektive

Veduta aerea di Bologna Foto © Michele Carloni

Bologna e Berlino sono importanti centri di traffico e trasporto nei loro rispettivi paesi. Le loro stazioni e i loro aeroporti controllano importanti collegamenti nazionali e internazionali.

Può darsi che finora Berlino non abbia avuto fortuna con il progetto per il nuovo aeroporto di Schönefeld. In ogni caso, c’è stato un tempo in cui nella capitale tre aeroporti erano attivi contemporaneamente: Tempelhof, Tegel e Schönefeld. L’aviazione rimane un importante fattore economico a Berlino.

Grazie al recente ammodernamento anche l’aeroporto Marconi di Bologna è diventato più importante e competitivo. Offre numerosi scali internazionali e intercontinentali, compresi voli diretti per Dubai e Capo Verde. Collegamenti comodi, poco costosi e veloci tra Berlino e Bologna vengono offerti in vari giorni della settimana tra gli altri da Ryanair.

Buono a sapersi specialmente per i passeggeri  bloccati in aeroporto: al Marconi hanno l’opportunità di mangiare una deliziosa pizza in quello che è probabilmente l’unico aeroporto al mondo dotato di una vera pizzeria con forno a pietra.

Il clima

Torride estati e inverni freddi sono un aspetto comune alle due città: il cosiddetto clima continentale. Naturalmente facendo le debite proporzioni poiché Berlino è molto più fredda di Bologna in inverno. Comunque Berlino e Bologna conoscono solo di rado un dolce e armonioso passaggio primaverile tra inverno e estate.

Bologna im Winter

Bologna d´inverno- Foto © Michele Carloni

Tuttavia le numerose foreste e i laghi di Berlino offrono agli abitanti un ambiente unico per riprendersi dal caldo estivo.

San Luca (Bologna)

Vista su San Luca a maggio (Bologna) Foto © Michele Carloni

Al contrario le aree verdi all’interno della città di Bologna sono purtroppo completamente inadeguate. I bellissimi portici del centro costituiscono però una protezione efficace dal sole in estate e dalla pioggia e dalla neve in inverno. Qualunque tempesta infuri in città, puoi passeggiare e fare acquisti a Bologna senza necessità dell’ombrello.

Nondimeno Bologna con i suoi Colli offre possibilità di escursioni in un paesaggio pittoresco. Le colline sovrastano una parte della città e sono facilmente raggiungibili in pochi minuti in bicicletta, in auto o con i mezzi pubblici. Da lassù, dalla cima del Santuario della Madonna di San Luca, il visitatore gode di una panoramica unica della città. Da non perdere sono i percorsi escursionistici attraverso le formazioni rocciose di Sasso Marconi, uno dei tour più belli della regione.

La fiera

Bologna e Berlino posseggono entrambe un enorme centro espositivo, dove si tengono annualmente mostre famose ed eventi internazionali.

Le fiere delle due città si sono  sviluppate nello stesso periodo e hanno assunto eventi speciali nel tempo. A Bologna appuntamenti importanti sono la Fiera del libro per bambini, il Motor Show e la fiera del cibo PastaTrend con tutte le novità dal mercato della pasta. A Berlino molti clienti e produttori sono particolarmente attratti dalla Settimana verde di Berlino, dalla Borsa internazionale del turismo e dall’Esposizione radiofonica internazionale che si occupa di elettronica, media e IT.

Il fiume

La storia di Berlino sarebbe impensabile senza la Sprea (Spree). I primi insediamenti a Berlino sono cresciuti esattamente attorno alla Sprea e hanno dato un contributo significativo allo sviluppo industriale della città.

Bologna Fluß 1

Bologna: il fiume
Foto © Michele Carloni

Per circa 400 chilometri la Sprea attraversa la Germania nordorientale, di questi 46 chilometri solo a Berlino. Il fiume si dirama attraverso la città in un’ampia rete di canali parzialmente navigabili. I corsi d’acqua della città sono così numerosi che è controverso se abbia più ponti fluviali Berlino o Amsterdam. Appartamenti e case con vista sulla Sprea sono, nonostante i prezzi elevati, particolarmente ambiti. Lungo il fiume Sprea navigano i battelli per le crociere in città e nei dintorni, e si ha la possibilità di praticare diversi sport acquatici. In alcuni punti della città è anche possibile fare il bagno.

Bologna Fluß 2

Foto © Michele Carloni

In confronto, Bologna, con il suo piccolo fiume Reno, ha molto meno da offrire.

Ad ogni modo anche Bologna nel Medioevo sviluppò la sua rete di canali fluviali, sia per ragioni economiche che militari. A quel tempo una fossa difensiva colma d’acqua proteggeva la città.

Quello che del fiume resta e che si può ancora oggi vedere a Bologna non fa particolare impressione rispetto alla Sprea. Esistono tuttavia alcuni punti panoramici del fiume a Bologna, anche se un po ‘nascosti, che si possono definire pittoreschi, quasi “veneziani”. Uno di questi si trova nel vecchio centro storico, in via Piella. Qui si può godere della vista del Canale delle Moline da una piccola finestra sotto il portico e dal ponte dirimpetto.

Bologna: Strada Maggiore

Bologna: Strada Maggiore Foto © Michele Carloni

 

Please follow and like us:
error

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *